Text/HTML

EasyDNNNews

Visita naturalistica alle Gole del Vezzeno e Museo della Rosa Nascente

Visita naturalistica alle Gole del Vezzeno e Museo della Rosa Nascente

 

 



Visita naturalistica alle Gole del Vezzeno e  

al Museo della Rosa Nascente 

 

Un percorso di bellezza e di emozioni che ci racconta il passare del Tempo

 

Tutto intorno alle mura del castello si conserva quel percorso suggestivo nato come camminamento di ronda dei soldati. Nel 1800, col gusto romantico per il Medioevo misterioso e per la natura selvaggia che sconvolge gli animi, questo percorso carico di fascino venne trasformato in una sorta di percorso interiore le cui guide spirituali sono alberi e fiori.

La strada si inoltra nel bosco a nord, nella parte buia costeggiata dalla parete rocciosa delle Gole che scendono di circa 80 mt sotto le mura del castello, dove il Vezzeno, ancestrale torrente capriccioso bagna le rive della valle dell’antico maniero. 

Qui, sulle tracce degli antichi celti si scopre la storia della Terra.



  



IL MUSEO DELLA ROSA NASCENTE ©





Il Museo Della Rosa Nascente si trova In questo luogo magico, dove le rose canine e le orchidee selvatiche vivono da epoche lontane e fisicamente è distribuito in tutto  il parco del Castello.  E’ un percorso di significato alchemico, che accompagna ogni singola persona alla scoperta della perfezione interiore attraverso l’evoluzione di colori, profumi, luci e simboli. Il giardino conta ad oggi 1200 piante di rose con oltre 125 varietà, divise in 17 roseti, alcuni dei quali nel cortile d'onore all’interno delle mura medievali.  Da poco è stato finito l’impianto degli ultimi 7 roseti che si trovano nel Labirinto Magico,  un sentiero che scende proprio dove si allarga una piccola valle a monte della valle del Vezzeno. Qui lo sguardo si perde tra il bosco pioniere, i fiori di campo e i risguardi di rose che con lingue di colore diverse, vincono la natura selvaggia delle gole e schiudono le loro corolle alla prima rugiada ed ai raggi di sole, che proprio vicino al 13° roseto portano la temperatura di 7 gradi superiore a quella che si trova all’interno delle mura merlate, che in linea d’aria distano poco più di 700 metri. 


Il Sentiero Magico si snoda verso la valle formando un labirinto di carpini, sanguinelle, ligustri bianchi, querce, pini marittimi, frassini, biancospini, ciliegi, prugnoli selvatici, gelsomini, viburni, rose canine e aceri imperiali e una distesa di orchidee selvatiche che fioriscono da fine marzo a fine aprile






La passeggiata comunica l’idea di un mondo onirico.... dove le piante giocano fra loro... e la sequenza dei colori e delle forme, nell'alternanza degli spazi pieni e spazi vuoti, nella varietà delle forme e dei colori avvolgono il visitatore in un'inebriante atmosfera percepibile con tutti i sensi...

 

Il gioco dei colori e lo sviluppo del giardino parte in verticale e parte in orizzontale crea degli scorci panoramici emozionanti. L’impianto di rose è circondato da  piante aromatiche con i colori complementari e con forme in simbiosi o in contrasto fra loro; per esempio rose che spuntano dalla lavanda, oppure una rampicante di roselline attorcigliata ad un pioppo, oppure una rosa rampicante attorcigliata ad un albero di salice, oppure un pergolato di uva con rose rampicanti.


La Sala dei Fossili





Sopra la Limonaia c’è una sala chiamata La Fratina, che oggi ospita una vetrina con i fossili ritrovati in questo “feudo”.

La visita guidata si conclude qui, guardando i fossili ritrovati più di 30 anni fa nella zona, in ammirazione di quanto il periodo del giurassico superiore ci ha lasciato come testimonianza


Costi e modalità di prenotazione

Costo del biglietto € 10 a ps, ridotto ad € 5,00 nei giorni festivi per chi acquista il biglietto unico Visita al Castello + Parco delle Fiabe

disponibilità di biglietti giornalieri molto limitata, quindi si consiglia di prenotare la visita per tempo

 

Uno stupendo esemplare di  orchidea bianca 


Acquista

Text/HTML