Profumo di vigne, di boschi e di terra bagnata….

Chiara mentre si occupa personalmente della pigiatura dell’uva per i bimbi in festa al Castello

E anche quest’anno è settembre inoltrato, e come ogni anno mi ritrovo a fantasticare sulla miriade di sensazioni che immancabilmente provo.

Settembre settembre, dolce settembre… uva settembrina! Profumo di vigne, di boschi, di terra bagnata. Gli uomini mettono a bagno i tini, stendono le iute e dispongono i covoni….

Già immagino le risatine dei bambini, i visetti contenti, gli urletti… e i sorrisi raggianti dei grandi che rispondono.

Mamme e papa curiosi, felici di consegnare ai figli un ricordo che sa di tempi lontani.

Via le scarpe, via le calze, arrotolare i pantaloni… qualcuno ha paura di sporcarsi, è strano questo senso di libertà… ma infondo ogni tanto è così bello sporcarsi!

Qualcun altro, con spirito più avventuroso, abbandona volentieri le comode scarpine, butta a terra frettolosamente le calzine linde e si butta nell’acqua fresca a sciacquarsi i piedini, fra paglia e vinacce.

“Ahi ahi, è fredda!!” Ridono i bambini, quelli grandi più dei piccoli! E via di corsa dentro al tino a pigiare i grappoli. Che profumo! È strana! È fredda! Si può assaggiare? Certo che si, è buonissima! Dolce dolce.. è uva da vino!

Mia nonna lo faceva! Da bambino lo facevo! Quanto mi piacerebbe provare ancora!! Ma sono grande… fallo tu bimbo mio, dimmi cosa provi!

È cosi bello vedere i nostri piccolini che si confrontano con la Storia… un ponte lungo lungo che tramanda l’immaginario direttamente dai nostri nonni e bisnonni ai nostri figli e figlie: stessi sguardi, stessa luce, stessi occhi, cent’anni dopo.

È cosi bello vederli fare cose straordinarie!….

Newsletter
  • Newsletter





    Iscriviti alla nostra newsletter e rimani sempre aggiornato!






    Ho letto l’Informativa ed esprimo il consenso al trattamento dei dati che fornirò